lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

Albugnano: Abbazia di Vezzolano

Orari di apertura al pubblico 

Apertura: dal 4 luglio 2020, tutti i sabati e le domeniche 10 alle 18. Orario ultimo ingresso: 17,30 Modalità di accesso: ingresso contingentato in gruppi di max 8 persone ( 9 nel caso di gruppo prenotato con guida), con frequenza ogni 30 minuti, a partire dalle ore 10,00 Biglietto: ingresso gratuito Prenotazione: obbligatoria per gruppi (non superiori a 8 persone), fortemente consigliata per tutti i visitatori. Le persone non in possesso di prenotazione potranno accedere all’Abbazia solo nel caso siano rimasti posti liberi. La prenotazione va effettuata via mail entro le ore 13,00 del giovedì precedente al fine settimana in cui si intende visitare il complesso. La prenotazione sarà considerata valida solo se confermata con mail di risposta che ribadisca giorno – orario – numero esatto di persone. I visitatori saranno sottoposti a termo scanner all'ingresso, dovranno indossare la mascherina e per tutta la durata della visita mantenere la distanza interpersonale di almeno m. 1,50.

Indirizzo 
Località Vezzolano 35 - 14022 Albugnano
Telefono 
+39 011 992.0607
+39 333 136.5812
E-mail 
infopoint@turismoincollina.it
Visite guidate 
Si
Attività didattiche 
no

Il complesso sorge nel verde di una splendida valle, in un angolo di Monferrato tra i più suggestivi e intatti, tra vigneti, prati e aree boschive. A Vezzolano storia e leggenda si intrecciano e le ipotesi della sua edificazione sono molteplici e intrise di aspetti misteriosi. Di sicuro la leggenda più affascinante, e che contribuisce ad accrescere l'alone di mistero intorno a questo gioiello del romanico, è quella che attribuisce la sua nascita alla volontà imperiale di Carlo Magno. L'impianto della chiesa si può far risalire alla fine del XII secolo, ma le forme nelle quali ci appare denotano l'appartenenza al secolo XIII. La chiesa è a pianta basilicale, orientata, con aula a due navate e due absidi semicircolari: la terza navata (laterale destra) è in parte inglobata nel chiostro quadrangolare addossato al lato sud della chiesa. L'importanza che ebbe il culto della Madonna a Vezzolano è testimoniato dalle iconografie della Vergine che troviamo nel complesso; l'elemento più sorprendente dell’interno è il pontile (o jubè) che attraversa la chiesa all'altezza della prima campata, ed è senza dubbio l'opera più importante conservata in Vezzolano: ed è una delle poche ancora esistenti in Italia. Dalla chiesa, attraverso una porta minuscola, si accede al chiostro sul quale si affacciano diversi locali.