lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español

titolo

COSTIGLIOLE D’ASTI

15 Km da Asti, 249m s.l.m.
Abitanti : 6119

Paesaggio

Tra le colline che costeggiano il fiume Tanaro al confine con le Langhe si trova il paese di Costigliole, uno dei più rinomati centri dell’Alto Monferrato. Il panorama è davvero eccezionale, a partire dal maestoso sfondo delle Alpi, tra gaggie, noccioleti e le immancabili vigne: Costigliole è infatti il paese con la più estesa superficie vitata dell’intero Piemonte. I caratteristici ciabot (casette per gli attrezzi), le cappelle votive, gli orti e le serre, i borghi storici tra i colli: la presenza umana si mescola con i tratti della natura, dal suggestivo Bricco Lù al castello di Burio.

Storia

La storia di Costigliole è profondamente legata alle sorti del suo castello. La prima attestazione è del 1041. Da lì in avanti Costigliole diventa un importante centro strategico. Passato in mano alla famiglia Asinari nel 1341, Costigliole si sottomette ad Amedeo di Savoia, alla fine del XIV secolo. Da quel momento il dominio passa da una famiglia all’altra. Ricordiamo due personaggi che, nell’Ottocento, rivestono un ruolo fondamentale nella politica e nell’economia costigliolese.  Filippo Asinari di San Marzano è colui che spinge in direzione della viticoltura, mentre Virginia Asinari Verasis (la celebre Contessa di Castiglione) viene inviata da Cavour a Parigi nel 1855 come ambasciatrice del Piemonte alla corte di Napoleone III.

Arte 

Il castello con i suoi fiabeschi torrioni domina il paese. Spetta al marchese Ottavio, del ramo degli Asinari San Marzano, l’aver conferito al maniero le caratteristiche strutturali visibili ancor oggi. Gli interventi più radicali tuttavia si devono all’avvenente Contessa di Castiglione che apportò al castello, nei suoi soggiorni a Costigliole, le ultime modifiche facendo sistemare le passerelle, i giardini, il parco, le scale e la galleria. Dal 1928 una parte del castello diventa di proprietà comunale e oggi è destinata a sede espositiva e in futuro diventerà Museo d’Arte. A fianco da visitare l’elegante parrocchiale ottocentesca e il borgo antico denominato “La RoccaChiesa della Confraternita di San Gerolamo si trova il Museo di Arte Sacra nel quale sono raccolte le testimonianze più significative del patrimonio religioso costigliolese fra Sei e Settecento. 

Enogastronomia

La grande tradizione enogastronomica di questa zona ha fatto sì che a Costigliole abbia la sua sede l’ICIF, la Scuola Internazionale in cui giovani chef da tutto il mondo imparano i segreti della cucina italiana.  Nella Valle del Tanaro si produce il famoso peperone quadrato della Motta di Costigliole. I vitigni d’eccellenza sono il Barbera, il Moscato e il Dolcetto. In paese la Cantina Comunale dei Vini ospita ogni anno all’inizio di novembre l’evento “Barbera, il gusto del territorio”.

Ufficio Informazioni Costigliole d’Asti

Via Roma 13
Tel. +39 0141 961850
Orario di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00/13.00

http://www.comune.costigliole.at.it