lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

REVIGLIASCO

8 Km da Asti, 203 m s.l.m.
Abitanti: 839

Paesaggio

Il paesaggio alterna estese pianure a dolci colline, ricoperte prevalentemente da viti e ciliegi che, in primavera, con l’abbondante fioritura, lo caratterizzano in modo spettacolare. Il colle del cimitero,  dove sorgeva in antico il paese, merita una sosta per la sua posizione, dalla quale si può godere un bellissimo panorama.

Storia

L’antico insediamento è attribuito ai Liguri, a cui seguirono famiglie di coloni romani. Nel 1159 Federico Barbarossa riconobbe i diritti di Asti sulla località. Fu poi conteso tra i marchesi del Monferrato e i Visconti di Milano.

Arte 

La parrocchiale barocca dedicata a Sant’Anna e San Martino, costruita nella prima metà del Settecento conserva l'altare maggiore donato da Napoleone I, già sequestrato dall’imperatore nella chiesa di San Giuseppe ad Asti. La chiesa è attorniata da pregevoli edifici quali il Municipio e l’ex scuola materna che concorrono a rendere la piazza un salotto “open air”. In via Roma c’è la casa dove Vittorio Alfieri fu dato a balia nel 1749.

Enogastronomia

Tra le curiosità della cucina locale, il fritto misto vegetariano e la torta di pesche. I"graffioni" e la “mora di Revigliasco" continuano ad essere una bella e caratteristica realtà produttiva del paese. Occasione per gustare le prelibatezze di Revigliasco la Sagra delle ciliegie in giugno e la festa patronale a fine luglio. Tra I vini DOC ricordiamo Barbera d'Asti e  Grignolino d'Asti.

www.comune.revigliasco.at.it