lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

Roccaverano

52 Km da Asti, 759 m s.l.m.
Abitanti : 458

Paesaggio

Roccaverano (Rocha Uverani, dal nome del torrente Ovrano che scorre nella valle sottostante) è il comune più alto dell’Astigiano ed è la capitale della  Langa Astigiana caratterizzata da una collina selvaggia ma anche modellata dall'uomo con terrazze costruite a secco in arenaria locale per ottenere appezzamenti di terra piana per seminare il grano o far crescere il prato per i pascoli.

Storia

Il paese si sviluppò come centro di notevole importanza tra i domini aleramici di Bonifacio del Vasto e poi del suo erede Ottone I Del Carretto. Ben presto per la sua posizione strategica fece gola agli Astigiani, alla continua ricerca di strade sicure per i loro commerci con la costa ligure.

Arte 

 Il fascino di Roccaverano è riassunto nella piazza centrale: la splendida chiesa parrocchiale rinascimentale, il castello, la torre e il paesaggio sconfinato. La parrocchiale fu voluta nel 1509 da monsignor Enrico Bruno, nativo di Roccaverano, su disegno forse del Bramante col quale era probabile fosse venuto in contatto a Roma. Del castello rimane solo un possente muro alleggerito  da tre bifore gotiche: una scala con balconata in legno permette di raggiungerle e affacciarsi sulla piazza. Anche la torre  circolare, alta quasi 30 metri è accessibile (chiave presso il Municipio  o il vicino bar). Dopo l'emozione del panorama, una passeggiata nel centro storico tra belle case in pietra, stemmi della famiglia Bruno, portali scolpiti.  In direzione del cimitero si raggiunge la chiesa di San Giovanni, l'antica parrocchiale che cela uno dei più importanti cicli di affreschi tardo gotici del Piemonte. Splendida la duecentesca torre di Vengore, isolata tra campi di grano e i boschi.

Enogastronomia

La robiola di Roccaverano, prodotta con latte crudo delle capre di razza camosciata alpina e di razza autoctona è l’unico formaggio caprino storico d’Italia (menzionato nelle cronache fin dall’anno 1000 ma di origini molto più antiche) e l’unico ad aver ottenuto la denominazione di origine protetta. Tra i vini ricordiamo lo Spumante Alta Langa. Due occasioni per visitare il paese? La Fiera Carrettesca, dedicata ai produttori di Roccaverano, e lo storico Polentone a giugno.

www.comune.roccaverano.at.it