lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

san Martino Alfieri

15 Km da Asti, 257 m s.l.m.
Abitanti : 712

Paesaggio

La zona orientale delle cosiddette colline Alfieri è caratterizzata dal lungo crinale dell'alta collina che corre parallela al fiume Tanaro, cresta su cui sorgono i paesi di San Martino, Antignano, Celle Enomondo e Revigliasco. 

Storia

Sulle origini del paese si trovano poche tracce. Dal secolo XIV il territorio appartiene alla famiglia dei Solaro. Nel 1615 il feudo passa agli Alfieri di Magliano. Nel 1863 il paese prende il nome di San Martino al Tanaro, poi alla fine del secolo modificato in San Martino Alfieri, in omaggio alla famiglia Alfieri. La borgata Saracchi diede i natali alla seconda moglie di Giuseppe Garibaldi, Francesca Armosino e ospitò l’eroe dei due Mondi nel 1880 nella casa visibile ancora oggi. In borgata Marelli vi è l’abitazione  in cui crebbe San Giuseppe Marello.

Arte 

Il castello tra il 1696 il 1721 fu trasformato in elegante dimora barocca su disegno dell’ingegner Bertola.  L’imponente edificio conserva l’arredo originario delle sale  e una pregevole Orangérie. Nel 1815 il marchese Carlo Emanuele Alfieri di Sostegno incaricò Xavier Kurten, architetto paesaggista tedesco, di trasformare il giardino formale in un parco romantico all’inglese. Egli ampliò il parco avvalendosi della collaborazione dell’architetto sabaudo Ernesto Melano al quale si deve anche la sistemazione urbanistica del borgo e il progetto della chiesa parrocchiale di San Carlo e Santa Maria, in stile neoclassico. La sconsacrata chiesa della confraternita dei Battuti è stata recentemente restaurata come sede di eventi culturali.

Enogastronomia

Tra i vini locali il Barbera, il Grignolino d’Asti, la Bonarda, il Cortese, lo Chardonnay. Tra le specialità gastronomiche  di San Martino agnolotti, salumi e arrosto da gustare perché no durante la camminata enogastronomica “Nel mezzo del cammin..di nostre vigne” a giugno.

www.comune.sanmartinoalfieri.at.it