lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

VILLAFRANCA D’ASTI

14 Km da Asti, 206 m s.l.m.
Abitanti: 3139

Paesaggio

Il territorio oggi occupato da Villafranca è ben noto ai paleontologi che in questa zona hanno ritrovato tanti reperti fossili da denominare “villafranchiano” un periodo geologico dell’era Quaternaria.

Storia

Alla metà del decennio 1250-1260 il potente comune di Asti, raccogliendo gli abitanti dei precedenti insediamenti, fondò un nuovo centro sulla strada verso Torino e la Francia a protezione dell'area occidentale; il suo nome, Villafrancha, compare per la prima volta nel 1257.  Nel corso del Trecento, proprio a causa della sua collocazione stradale, Villafranca subì pesantemente le violenze belliche al punto che  nel Quattrocento  si spostò l’abitato sulla collina dove sorge l’attuale concentrico.  Nell’Ottocento ebbe un notevole sviluppo  favorito dalla realizzazione della linea ferroviaria Torino-Genova.

Arte 

Da visitare la chiesa di Santa Maria Assunta (XVII sec) progettata dall’architetto Amedeo di Castellamonte.  L'edificio è particolarmente interessante anche all'interno: conserva infatti opere seicentesche, di notevole valore artistico come lo splendido  calvario ligneo, con Cristo Crocifisso, Maria Vergine e San Giovanni Evangelista di  Francesco Borello e  i due altari lignei dell’Immacolata e di San Francesco  una tela attribuita  alla scuola di Guglielmo Caccia detto il Moncalvo. Sul piazzale antistante la parrocchiale è l’imponente Palazzo Aghemio, settecentesco. Sulla Via Roma,  si affaccia il Palazzo Comunale, con caratteristico porticato o ala, costruito nel 1877.   La chiesa dei Disciplinati, costruita nel 1701, dedicata a San Giovanni Battista, è oggi sconsacrata ed adibita a teatro. In borgata Sant’Antonio, unica testimonianza dell'antico insediamento di Vulpilio, la cappella della Madonna della Neve (XII secolo) nella cui muratura bianca si evidenziano la monofore strombate con archetti decorati, tipici del romanico astigiano.

Enogastronomia

Ottima la produzione di miele, vino e salumi. La cucina locale si caratterizza per prelibate portate come gli  agnolotti col plin, il fricandò (spezzatino di carne). Tra i vini locali i più tipici sono  Freisa e Barbera.

Ufficio Informazioni di Villafranca d’Asti

Via Roma 48 ,Tel. +39 0141 943885
Orario di apertura:
lunedì - giovedì - sabato 9.00/12.00
martedì 8.00-12.00/16.00-17.45

www.comune.villafrancadasti.at.it